lunedì 16 giugno 2014

2Lei per SL11B - "Revise the next"


"Revise the next"

Anche quest'anno, il comitato "2Lei in Second Life" partecipa alle celebrazioni del compleanno di questo magnifico metaverso.

Oltre alle foto di Paola Mills, l'installazione presenta una scultura mesh eseguita da Moore Tone con il contributo creativo di tutto il gruppo, motivo per cui è stata caricata usando l'avatar ufficiale del comitato, ossia "2Lei Resident".

La figura centrale, simbolo dell'uniforme contemporaneità del mondo, si evolve in un futuro dominato dalle differenze, le quali co-esistono e lavorano insieme generando sentimenti positivi.
Rispetto, fiducia e uguaglianza - il nostro impero della mente - sono gli argomenti portanti dell'installazione, ma noi non stiamo seduti ad aspettare questi regali da qualcuno, noi cerchiamo di ottenerli tramite l'educazione e la formazione continua.

L'intento delle iniziative del comitato 2Lei è sempre di costruire, giorno dopo giorno, il nostro mondo ideale pieno di individui diversi ma con gli stessi diritti e doveri, senza distinzioni o prevaricazioni, e soprattutto un mondo pieno di buoni sentimenti.

La ricerca di questi buoni sentimenti, ha portato frutti, infatti anche artisti RL hanno donato 2 canzoni al comitato.

Il musicista Fabio Tettoni ha donato la canzone "Libera" di cui è autore di testo e musica, con gli arrangiamenti di Gianni Raschiatore.
http://www.youtube.com/watch?v=teYWg3iTVos

La canzone "Per le donne" by Gangsta Dà feat DudeMc è stata donata da Davide Mirrione - in arte Gangsta Dà - e Mattia Stango - in arte DudeMc - autori di testo e musica.
http://www.youtube.com/watch?v=0y--N1__DXE

Queste due canzoni le potete sentire nello streaming audio, alternate a varie versioni della canzone "Break the chain", tema portante del "One Billion Rising" a livello mondiale.

Ancora una cosa: buona visita e non dimenticate di cliccare sulle foto di Paola Mills e di partecipare alla caccia al tesoro!!! 

Dal 22/06 al 29/06… 2Lei al SL11B lo trovate qui:

****ENG****

"Revise the next"

This year too, the "2Lei in Second Life" commitee takes part in birthday celebration of this amazing metaverse.

In the installations, there are 3 photos by Paola Mills, and a mesh sculpture composed by Moore Tone, with creative contributions of all members; this is why the mesh was load by 2Lei Resident, the official avatar of the commitee.

The central figure, symbol of uniformity contemporary, evolves into a future dominated by the differences that co-exist and work together, generating positive feelings.

Respect, trust and equality - our empire of the mind - are the focus of the installation, but rather than expect them, we would try to get them, educating and training the future.

The intent of the 2Lei initiatives was always to create, day after day, a new brick to build a world fit for individual without distinction, nor prevarication, but based on positive feelings.

The research of these good feelings gave many results: three musicians of the real world donated 2 songs to the committee.

Musician Fabio Tettoni treated the song "Libera" of which he is the author of lyrics and music, with arrangements by Gianni Raschiatore.
http://www.youtube.com/watch?v=teYWg3iTVos

The song "Per le donne" by Gangsta Dà feat DudeMc was donated by David Mirrione - aka Gangsta Dà - and Matt Stango - in art DudeMc - authors of music and lyrics.
http://www.youtube.com/watch?v=0y--N1__DXE

You can hear these two songs in the audio stream, alternating with various versions of the song "Break the chain", the worldwide main theme of "One Billion Rising".

One more thing: have a good visit, do not forget to click on the photos of Paola Mills and participate in the hunt!

From 22/06 to 29/06... 2Lei for SL11B is here:



lunedì 12 maggio 2014

Una chiacchierata col cantautore Fabio Tettoni

2LEI intervista l'autore di “Libera”, canzone donata al Comitato in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Il progetto "2Lei around all the Worlds" partì a Gennaio 2013 con lo scopo di unire nel 2Lei le voci del metaverso a quelle del mondo reale, per dire no alla violenza sulle donne. 

Si chiedeva di scattare una foto della vita "reale", che contenesse il logo 2Lei. 


E' in questa occasione che abbiamo conosciuto Fabio Tettoni e, in seguito, abbiamo potuto apprezzare la sua musica e la sua sensibilità verso il problema della violenza di genere. 

Viola Tatham, del comitato 2Lei, ci rivela “Avevo il desiderio di conoscere meglio una persona che mi ispirava stima e ammirazione e di ringraziarlo personalmente, a nome di tutto il comitato; finalmente, pochi giorni fa, l'ho incontrato in un club romano che propone musica d'autore e, complice l'atmosfera familiare del luogo, dopo la sua esibizione abbiamo parlato un po'. La mia sensazione positiva si è subito rafforzata e non solo per le sue parole, ma soprattutto guardando i suoi occhi ed il suo sorriso”.

Viola: Raccontaci qualcosa di te, così ti conosciamo meglio.
Fabio: Sono un giovane ultraquarantenne, romano, vita normalissima, una moglie, una figlia, un cane (ovviamente femmina).

V: Come è nata la tua passione per la musica?
F: A quindici anni la prima chitarra, ho capito subito che non sarei stato mai un virtuoso ma in compenso ho iniziato a scrivere canzoncine. Il primo gruppo (anzi complesso) a sedici anni come batterista poi pian piano mi sono spostato alla voce ed eccomi qui.
 
V: So che hai fatto anche teatro e che sei stato protagonista di una commedia musicale...
F: Ho esordito prima come attore che non come musicista. “Un camice e tre note, non ho scritto al Costanzo show” è stato il fiore all’occhiello di quel percorso. Quasi due ore in scena recitando e cantando. Bello!

V: Ascoltare live la tua canzone "Regina di Roma" mi ha trasmesso emozioni, sono parole di grande rispetto e affetto verso Anna Magnani, un'attrice che non appartiene ai miti cinematografici della tua generazione.
F: Chi è più giovane può non conoscere la Magnani, ma se sei romano basta ascoltarla due minuti e capire che fa parte di te.

V: Perché lei? Cosa rappresenta per te ?
F: Lessi una sua biografia a cura di Giancarlo Governi, “Nannarella” e appena finito scrissi il testo su una melodia che avevo da un po’ in testa. Per me Nannarella rappresenta l’essenza del romano, disincantato, feroce a parole quando serve ma fondamentalmente buono, indomabile, coinvolgente e generoso.

V: L'anno scorso hai donato la bellissima canzone "LIBERA" al nostro "Comitato 2Lei in Second Life", che ha portato l'informazione e la lotta contro la violenza sulle donne in un mondo virtuale. Conoscevi già Second Life? Come sei venuto a conoscenza del nostro progetto?
F: Ho conosciuto il vostro lavoro tramite Lucia Baldini, sorella del mio amico Marco.

V: Com'è nata "Libera"? E' stata ispirata da un fatto che ti ha particolarmente colpito?
F: Pochi anni fa una ragazza di origine pakistana cresciuta nel nostro paese, venne uccisa dal padre perché voleva vivere la sua vita di ragazza “normale”. Ho solo provato a immaginare i pensieri di questa giovane donna.

V: La tua adesione al nostro progetto è stata per noi motivo di orgoglio, ma oltre ad essere lusingate dal gesto importante di "donarci" una tua canzone, siamo talmente rimaste coinvolte ed ispirate dalle parole del testo che, all'unanimità, abbiamo deciso di dedicare la 4à edizione del 2lei 2013 al tema della libertà.
F: Che dire? Onorato….

Evento finale della manifestazione 2Lei - IL VALORE AGGIUNTO


V: Cos'è per te la libertà?
F: Il poter dire e soprattutto fare quello che credo sia meglio per me e per le persone che amo.

V: Scrivere un testo come "Libera", denota una grande sensibilità verso il problema della violenza sulle donne, della discriminazione di genere e di quello che la Comencini ha chiamato "Malamore". Questo è l'atteggiamento che noi chiediamo ai nostri uomini, affrontare e combattere insieme per cambiare la cultura italiana, che è ancora profondamente radicata nel pensiero maschilista, anche nelle donne.
F: Più che di sensibilità parlerei di una ovvia repulsione verso tutti gli atti violenti. Colui che crede di essere un “vero maschio” mette radici solo dove trova donne compiacenti e uomini senza carattere per questo, come dici tu, bisogna lavorare sulla società. Una donna che non si sente sola ha più forza nel reagire e un uomo deve sentirsi tale anche se non ha comportamenti da macho. Di sicuro ho semplificato eccessivamente ma viviamo in un mondo dove la superficialità dell’apparire spesso vince sulla profondità dell’essere.

V: Quale pensi sia la strada giusta e da cosa partiresti?
F: Per affrontare questo, come gran parte dei problemi sociali , la strada parte o comunque attraversa sempre un periodo preciso: quello della gioventù. Ragazzi,anzi meglio ancora bambini e bambine, se ascoltati ed educati saranno degli adulti migliori e la violenza non farà parte del loro modo di vivere. Ovviamente esiste l’immediato, quindi centri di ascolto, supporto psicologico, leggi adeguate e punizioni esemplari.

V: Progetti futuri?
F: A giorni esce il video di “Regina di Roma” e continuo con la promozione del CD uscito lo scorso dicembre.

V: Ti ringrazio del tempo che hai voluto dedicarmi e ti ringrazio ancora, a nome di tutto il Comitato 2Lei, per la tua scelta di essere al nostro fianco. Chissà, magari un giorno deciderai di venirci a trovare in SL e farci ascoltare qualche tua canzone…
F: Organizzate pure. Io ci sarò.


L' intervista è apparsa sul numero di Marzo 2014 di My Virtual Life, visionabile qui.

venerdì 14 febbraio 2014

14.02.2014 - 2lei per OBR... Rise, Release, Dance for Justice!



Siamo davvero lieti di comunicarvi che 2Lei parteciperà per il 2° anno consecutivo all’iniziativa che One Billion Rising, organizzazione mondiale con sedi operative in molti paesi, propone, nella giornata di S.Valentino e in occasione del 16° anniversario del V-Day… una serie di eventi che facciano sentire al mondo una voce di solidarietà ma anche di protesta, denuncia e condanna, forte, partecipata e condivisa, che dica: BASTA! Basta con le violenze alle donne, basta con la negazione della dignità e dei diritti minimi di civiltà, basta alle ingiustizie, basta a qualunque forma di violenza fisica e psicologica alle donne.

2Lei, gruppo italiano di Second Life, che opera dal 2010 in SL per tentare di coinvolgere sempre più persone sui temi riguardanti la violenza sulle donne nel mondo, attraverso varie iniziative ed eventi di sensibilizzazione della comunità virtuale, ha presentato il proprio progetto che è stato accolto e inserito ufficialmente nei programmi mondiali di questa manifestazione.

Vi inviamo a venire a visitare la nostra installazione che, snodandosi lungo un percorso, vi permetterà di:

- ammirare l’opera collettiva* “IL VALORE AGGIUNTO”, nata da un’idea di Fiona Saiman, alla creazione della quale hanno contribuito diversi amici di 2Lei, artisti e non, per rappresentare la metafora della rinascita di una Donna, la ricostruzione della dignità, della serenità distrutta, della forza per andare avanti, di un sorriso, della speranza di riuscire a dimenticare e di riprendere a vivere;

- ammirare l’installazione "IN FLIGHT OVER THE VIOLENCE" di Paola Mills, che darà la possibilità ai visitatori di interagire e di sentirsi parte integrante del progetto, utilizzando le poseballs e gli outfits messi a disposizione gratuitamente.- vedere quello che è stato fatto in questi anni attraverso varie fotografie e video;

- ballare con noi sulle note della canzone ufficiale dell’OBR “BREAK THE CHAIN” (Spezza la catena) e della canzone “PER LE DONNE” di Davide Mirrione (in arte Gangsta Dà);

- avere a disposizione un punto informativo per donne in difficoltà.

Vi aspettiamo, questa sera dalle 22.30 in poi, qui:
http://slurl.com/secondlife/OBR%20Justice/57/70/23


Elenco degli amici che hanno voluto offrire il proprio contributo alla realizzazione dell’opera, ai quali va il nostro GRAZIE:
Alejandra Balhaus, Aloisio Congrejo, Daco Monday, Daisy Silverweb, Desy Magic, Fiona Saiman, Morghana Savira, MsChevia Resident, Nexuno Thespian, Paola Mills, Rubin Mayo, Sniper Siemens, Solkide Auer e Willhelm Ewing.

sabato 1 febbraio 2014

30.01.2014 Avvio del progetto "Le donne di Second Life" by Baby Pooley and IRPPS-CNR





Il mondo virtuale di Second Life per chi non lo frequenta, risulta a volte essere una stranezza.

Non se ne capiscono le possibili dinamiche al suo interno, nè i possibili coinvolgimenti sentimentali benchè tutti, indistintamente, riferendomi anche ad esempio a chi solo utilizza un social network come facebook, è anche lui in qualche modo immerso in una virtualità.

Ma chi è in Second Life e ne conosce i meccanismi sa bene che le dinamiche al suo interno possono essere molto coinvolgenti, sia sul piano professionale che sul piano personale. con i suoi numerosi lati positivi ma anche, ahimè, molti negativi.

Primo fra tutti, la sua lucidità dal momento che proprio al gioco, molte volte si fa appello per "scappare" da un coinvolgimento sentimentale, minimizzandolo e banalizzandolo.

Infatti, non poche volte ci è capitato di imbatterci, nel corso degli anni trascorsi in SL. in storie di donne che hanno, sì, sofferto per la rottura repentina di un rapporto ma soprattutto perché si sono sentite dire che tutto era solo un gioco perché in fondo si era su SL.

Quindi, l'esperienza avatariana, quella vera, quale natura ha?

Quale forza può avere se ci si maschera dietro un gioco?

Come si rafforza tale esperienza dopo una delusione sentimentale?

Quali le risorse e quali i meccanismi di reazione?

Quale amore si cerca in un ambiente virtuale?

In collaborazione con 2Lei vogliamo inaugurare l'avvio di questo progetto che ha l'intento di raccogliere quante più testimonianze (anonime) possibili in tema di "maltrattamenti sentimentali" che si vivono all'interno di Second Life, soprattutto a carico delle donne, allo scopo di indurre ad una riflessione e ad una sensibilizzazione sul tema.

"Le donne di Second Life" è un progetto dell'IRPPS del CNR nell'ambito della ricerca sulle dinamiche sociali e l'apprendimento in ambienti virtuali.

La responsabile del progetto è Baby Pooley.

Vi aspettiamo! Domani sera, dalle 22.30, a Solaris Island :)


Qui troverete la cassetta postale dove poter imbucare la vostra storia-testimonianza.
http://maps.secondlife.com/secondlife/Solaris%20Island/90/233/22